Bisogni Educativi Speciali: come rispondere?

mercoledì 16 aprile 2014

“Bisogni Educativi Speciali: come rispondere?” – Laboratori marzo – maggio 2014.
"Come preannunciato, dopo il seminario del 6 dicembre 2014, il CTS organizza dei percorsi formativi laboratoriali quale opportunità di “raccordo tra colleghi esperti” che propongono itinerari agibili in classe, la cui osservazione critica dovrà essere riportata al gruppo. L’obiettivo atteso è correlato ad un fattivo arricchimento di esperienze professionali, accompagnato da tutor. Per questo, come elemento innovativo, si presenta una diversa opportunità di formazione legata alla corresponsabilità pedagogico-educativa dei team e dei Consigli di classe, cui compete la “ peculiare facoltà di individuare – eventualmente anche sulla base di criteri generali stabiliti dal Collegio dei docenti – casi specifici per i quali sia utile attivare percorsi di studio individualizzati e personalizzati, formalizzati nel Piano Didattico Personalizzato, la cui validità rimane comunque circoscritta all’anno scolastico di riferimento” (circolare BES del 22 novembre 2013. Prot. n. 2563).
Da questa impostazione dovrebbe derivare una dinamica formativa di disseminazione e ricerca/azione su prassi educativo-didattiche volte all’individuazione di risposte concrete alla complessità di domande e Bisogni Educativi Speciali (BES) che compongono l’attuale “geografia” delle classi...."